Abituiamoci al puzzo!

ABC comunica che, a causa della chiusura dell’impianto di smaltimento dei rifiuti gestito da RIDA Ambiente srl ad Aprilia, dal 29 giugno e, per ora, fino al 6 luglio, si potranno verificare casi di ritardo nella raccolta del rifiuto indifferenziato. Non pare vero ad ABC di poter fare scaricabarile di ogni responsabilità diretta, ma quelli che vengono chiamati “ritardi” sono in realtà mancate raccolte. E la città è già in emergenza. Da ABC fanno ancora sapere che gli impianti di riciclo per il conferimento delle frazioni differenziate (carta, plastica, metalli, vetro) e umido sono regolarmente aperti e funzionanti, pertanto la cittadinanza è invitata ad essere più attenta nella selezione dei rifiuti per massimizzare i flussi a recupero, così da scongiurare l’insorgere di situazioni di emergenza sanitaria correlata anche alle temperature elevate tipiche della stagione estiva. RIDA dal canto suo fa sapere che le ragioni che hanno imposto la sospensione sono dovute alla saturazione degli stoccaggi per la mancata individuazione da parte della Regione Lazio di altre discariche di destinazione. Sulla situazione il sindaco di Latina Damiano Coletta ha scritto al presidente Zingaretti “per rappresentare una situazione da trattare con urgenza. Non possiamo permettere che scoppi un’emergenza sanitaria e confido che con l’intervento della Regione Lazio si riesca a trovare una soluzione a tutela della salute dei cittadini pontini.” Tutti i Comuni ed anche del Prefetto di Latina Maria Rosa Trio, hanno chiesto l’intervento della Regione. Visto che fino a l’altro ieri non abbiamo sentito parola del problema, che è stato portato all’attenzione dei media solo quando i cumuli di rifiuti cominciavano a lievitare presso i cassonetti, ci chiediamo: 1) quando la Regione Lazio ha affidato a RIDA la gestione degli impianti di stoccaggio è stata fatta una stima sulla tempistica di saturazione delle discariche? 2) RIDA ha messo al corrente per tempo la Regione Lazio della prossima saturazione? 3) Che senso ha invocare una soluzione urgente da un ente sovraordinato quando si è già in ritardo e non si ha alcuna proposta alternativa? Ricordiamo che già l’anno scorso ABC ebbe lo stesso problema con la raccolta differenziata, quella volta per il mancato rinnovo del contratto di conferimento. I problemi sono diversi ma hanno in comune la mancanza di previsione. Nonostante l’assessore nuovo, per la città il risultato è identico. Il lupo perde il pelo…

94 visualizzazioni

Subscribe to Our Newsletter

  • https://twitter.com/MarcoSavastan10

© 2023 by TheHours. Proudly created with Wix.com