CasaPound: sul bilancio Coletta voleva solo un signorsì.

CasaPound: sul bilancio Coletta voleva solo un signorsì.

Il sindaco Coletta perde le staffe e offende l'opposizione chiedendo di "farla finita con il teatrino degli emendamenti al bilancio e di collegare la bocca al cervello".

L'assessore al bilancio Proietti, riferendosi a quelli che criticano il documento da approvare, dice che indeboliscono la credibilità non dell'amministrazione, ma quella della città.

"A Coletta risponderei che il vero teatrino al quale abbiamo assistito in questi 4 anni di amministrazione LBC è sicuramente quello visto in consigli comunali inutili," commenta Savastano, "il cui unico fine era quello di far alzare a comando la mano ai consiglieri comunali di maggioranza.

Quel teatrino dei consiglieri LBC quasi sempre muti, con la parola presa sempre e solo dai soliti noti.

Proietti nel definire "banalità" ogni critica sul bilancio di previsione dimostra, dall'alto di una presunta superiorità, l'arroganza della maggioranza che non accetta visioni diverse.

Non sto qui a difendere i membri dell'opposizione che spesso abbiamo criticato per la loro insipienza e la scarsa combattività. Sapranno loro come rispondere alle parole offensive del sindaco ".

Coletta per l'approvazione del bilancio aveva invocato un patto per Latina e richiamato al senso di responsabilità" chiude il responsabile di CasaPound Latina "ma in sostanza lui e la maggioranza volevano soltanto un signorsì".


21 visualizzazioni

Subscribe to Our Newsletter

  • https://twitter.com/MarcoSavastan10

© 2023 by TheHours. Proudly created with Wix.com